NOTIZIE E CURIOSITÀ

Le opportunità immobiliari per far ripartire il Sud

Scenari Immobiliari e Cdp accendono un faro sulle eccellenze del Mezzogiorno, per creare un ponte tra realtà locali e conoscenze nazionali ed internazionali, perché si porti innovazione nei settori tradizionali del residenziale e del turismo. Ipotizzando anche un mix funzionale capace di offrire soluzioni ibride, complementari con il tema dell'enogastronomia e dell'accoglienza, dove i servizi sono il valore aggiunto dei prodotti immobiliari. A Siracusa, con il patrocinio della città, è in corso il «Forum del Sud: investire nel territorio per rilanciare il Paese», seconda edizione dopo quella di Lecce organizzata un anno fa. Il tema? «Vincere con il turismo e le residenze 2.0».

Un'occasione per presentare al mondo immobiliare opportunità e iniziative in corso, con particolare attenzione alla Sicilia, prima fra le regioni del Sud Italia per numero di compravendite di case con 32.500 scambi effettuati nel 2016 e un aumento percentuale del 6,6 per cento rispetto al 2015. Un ulteriore aumento è previsto nel 2017, con l'avvio di un trend di crescita che continuerà fino al 2020. Realtà interessante anche per il turismo dove le nicchie di mercato hanno picchi interessanti e dove Cassa Depositi ha annunciato di volersi impegnare con il suo fondo immobiliare, FIT, proponendosi come partner strategico per società che fanno gestione alberghiera, per Pa e per investitori istituzionali. In generale il FIT ha acquisito un resort a giugno 2017 e sta perfezionando l'acquisizione di 4 villaggi turistici, tre di questi sono al Sud in Calabria, Basilicata e Puglia.

Restando al Sud, è Luigi Donato, capo dipartimento Immobili e Appalti di Banca d'Italia ad annunciare che un palazzo “triste” nella piazza centrale di Ortigia rinascerà presto con una destinazione alberghiera. «Mettiamo insieme esperienze, testimonianze e proposte per uno sviluppo armonico di questi territori, per realizzare investimenti immobiliari di qualità - afferma Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari - focalizzandoci sulle opportunità di crescita offerte dal mercato turistico e nelle forme innovative della residenza».

Limitare il consumo del territorio, investire nella qualità delle strutture andando incontro alle esigenze del clienti internazionali, offrire un prodotto variegato ed esperienze uniche. Questi sono i temi sui quali si discute a Siracusa. «Serve un'alta professionalità - dichiara Salvatore Sardo, COO Cassa Depositi e Prestiti - rimane importante distinguere le fasi del processo, in particolare i momenti della costruzione e della gestione, promuovendo partnership con specialismi che possano garantire la qualità».

Tra le criticità emerse rimane quella legata alle infrastrutture aeroportuali, ribadita da Vincenzo Pupillo della Regione Siciliana e da Giorgio Palmucci, presidente Confindustria Alberghi. «Bisogna liberalizzare, aprire alla competitività, perché la Sicilia – spiega Pupillo - possa intercettare al meglio quei potenziali 18 milioni di flussi europei, perché si possa affermare come quarta tappa dopo le tre città d'arte Roma, Venezia e Firenze».

Fonte: ilsole24ore 

                                                                       <- Torna alle news  

Condividi
Notizia precedente Notizia successiva